Blog: http://araldicabarlettana.ilcannocchiale.it

Famiglia Leonetti

Su “Annuario della Nobiltà Italiana, ed. 2000” è testualmente riportato: Famiglia originaria di Firenze, trapiantata poi a Napoli (Conti di Santo Janni) e Caserta. Nobile di Capua (1723), questa famiglia si è in seguito diramata anche in Puglia, (a Castrignano del Capo, Lecce, è conosciuta come famiglia nobile e possidente) e soprattutto a Trani. Nei vari documenti la genealogia di questa famiglia alterna la dizione in de Leonecta, Lionetta o Leonetta e infatti in un documento risalente al 1487 un tale Johannes de Leonecta risulta sposo con una certa Andreella nella chiesa di S. Luca Evangelista di Castel Morrone in provincia di Caserta. E proprio in quest’ultima città esiste tuttora un magnifico palazzo commissionato dalla famiglia al famoso architetto Vanvitelli.

Nel IV volume del Codice Diplomatico Barlettano sono menzionate due citazioni riferite a d. Leonectum magistri Angelilli che faceva parte della chiesa del Santo Sepolcro di Barletta; i due documenti sono datati 21 marzo 1501 e 3 maggio 1502.

L’arma del ramo napoletano della famiglia Leonetti è: d’azzurro al leone cucito di rosso che stringe nella zampa anteriore destra un’alabarda, attraversato da una fascia d’argento. In Barletta, lo stemma in pietra presente sul palazzo sito in via Imbriani al civico xx, sicuramente appartenente ad un altro ramo, ha subito una brisura ed è così rappresentato: d’azzurro, al leone d’argento in punta passante e rivoltato accostato da due spighe aperte di granoturco al naturale, con gli steli incrociati in punta.

Pubblicato il 9/3/2009 alle 20.34 nella rubrica Barletta, le antiche nobiltà.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web