Blog: http://araldicabarlettana.ilcannocchiale.it

L’importanza della città di Barletta e del suo castello, sempre presente negli episodi di quel tormentato periodo, trova conferma già il 20 aprile 1269 quando Carlo I d’Angiò decise di intervenire con alcune opere di ristrutturazione, ampiamente documentate, che arrivano sino al 6 maggio 1282, ingiungendo anche ai cittadini di partecipare alle spese.
In quegli anni fu ristrutturato il corpo di rappresentanza regia, il palazzo regio e fu costruita la cappella; per la direzione di queste opere fu designato l’architetto militare Pietro d’Angicourt.
Oltre all’ampio carteggio già citato riferito ai lavori effettuati nel castello, un grande stemma appartenente alla Casa d’Angiò testimonia in esso l’occupazione della dinastia angioina. Questo stemma è incastonato orizzontalmente nella bocca della cannoniera del bastione sud-est (denominato dell’Annunziata) del castello.

Pubblicato il 8/5/2007 alle 21.16 nella rubrica Barletta story.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web