Blog: http://araldicabarlettana.ilcannocchiale.it

Ettore Fieramosca da Capua



Figlio primogenito di un’ antica e nobile famiglia di Capua, Ettore Fieramosca o Ferramosca , nacque nel 1477.
Suo padre, Rainaldo, era conte di Mignano e signore di Roccadevandro, Camino, Galluccio, Castro, Comigliano e Rovagnano ed era sposato ad una nobildonna di casa Gaetano d’Aragona, che gli diede cinque figli.
Paggio alla corte di Ferrante I, fu anche fedele consigliere di Federigo d’Aragona; quindi entrò a far parte delle bande Colonnesi, poiché grande amico dei due condottieri Prospero e Fabrizio Colonna, che erano al servizio della Spagna.
La gloria di Ettore Fieramosca è legata soprattutto alla Disfida di Barletta, ma il suo valore di eccelso uomo d’arme rifulse in tante altre battaglie, tra cui quelle di Cerignola, Gaeta e sul Garigliano.
In premio per i servizi resi, il 17 dicembre 1504, il re Ferdinando il Cattolico lo nominò conte di Miglionico (Matera) e signore di Acquara (Frazione di Massamalubrense).
Nel 1514 Ettore si recò in Spagna per salvaguardare i suoi interessi su alcuni feudi che aveva forzatamente restituito dopo il trattato di Blois tra Spagna e Francia, ma non vi fece più ritorno; il 20 Gennaio 1515, a soli 38 anni, morì a Valladolid, ove ebbe onoratissima sepoltura.

Pubblicato il 18/4/2007 alle 22.27 nella rubrica La disfida di Barletta.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web