.
Annunci online

araldicabarlettana
stemmario


Barletta, pillole di storia moderna


22 luglio 2010

Lo stemma che non piace a nessuno!!! UNA IMPOSIZIONE BUROCRATICA?




permalink | inviato da araldicailritorno il 22/7/2010 alle 10:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 luglio 2010

Ormai lo scontento è generale!!!

E’ risaputo: lo stemma della provincia Barletta-Andria-Trani non piace a nessun cittadino e l’Ufficio Araldico presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha “imposto” lo stemma non ha tenuto in considerazione nessun elemento che possa inequivocabilmente rappresentare il territorio della nuova provincia.

Persino i colori inseriti (giallo e rosso) nella parte inferiore dello stemma andrebbero benissimo solo per la provincia di Lecce e manca soprattutto una simbologia di riferimento al mare e al fiume Ofanto, elementi caratteristici del territorio.




permalink | inviato da araldicailritorno il 22/7/2010 alle 10:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 luglio 2010

Ma che fine ha fatto il concorso pubblico per l'ideazione dello stemma?

E’ mai possibile che tra centinaia di partecipanti al concorso non ci sia stato nessuno stemma che avesse i requisiti giusti per essere scelto? Oppure la Commissione preposta per la selezione non è riuscita a rigettare le eventuali pressioni di favoritismi illegali di qualche autorevole partecipante???

Solo così si spiegherebbe la decisione illogica presa dalla Giunta Provinciale di affidare all’Ufficio Araldico di Roma il bozzetto definitivo dello stemma.

Morale della favola: stemma anonimo, risultato deludente con un’unica simbologia valida, le tre stelle che rappresenterebbero i tre co-capoluoghi della nuova provincia (Ma perché le tre stelle sono a sei punte e non a cinque? C’è forse una spiegazione tecnica?). Senz’altro no! E’ così e basta!!!

 




permalink | inviato da araldicailritorno il 22/7/2010 alle 10:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 luglio 2010

3 novembre 2007

Il sottoscritto (Pinto Francesco) già il 3 novembre 2007, con l’approvazione del Comitato di Lotta Barletta Provincia, con l’ausilio dei mezzi televisivi e di stampa, e sensibilizzando il Governatore della Regione Puglia, Vendola, e il Sindaco di Barletta, Maffei, aveva presentato uno stemma che ben rappresentava il territorio con le tre città co-capoluogo.




permalink | inviato da araldicailritorno il 22/7/2010 alle 10:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 luglio 2010

Il primo stemma proposto da F. Pinto




permalink | inviato da araldicailritorno il 22/7/2010 alle 10:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 luglio 2010

Il bando di concorso

Ovviamente e giustamente, il 10 settembre 2009, il Consiglio Provinciale appena eletto bandiva un concorso di idee per l’ideazione e la realizzazione dello stemma della provincia Barletta-Andria-Trani.

Dopo i termini consentiti la scelta della Commissione preposta cadeva nel nulla poiché sopraffatta da contestazioni e pressioni di vario genere e si giungeva con l’affidare il progetto dello stemma all’Ufficio Araldico sopra menzionato che, con totale superficialità, stilava un bozzetto che ha avuto il potere di scontentare tutti!

Francesco Pinto, appassionato di araldica con ben tre pubblicazioni sul tema, ha partecipato alla selezione del bando di concorso con lo stemma presentato nel 2007 e con un altro stemma, sotto raffigurato.




permalink | inviato da araldicailritorno il 22/7/2010 alle 10:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 luglio 2010

Lo stemma di F. Pinto proposto nel bando




permalink | inviato da araldicailritorno il 22/7/2010 alle 10:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 luglio 2010

Blasonatura e simbologia

Araldicamente la blasonatura dello stemma partecipante al concorso è la seguente: D’oro, alla fascia ondata d’azzurro, caricata da tre stelle del campo.

La simbologia dello stemma rappresenta con il campo di oro la ricchezza e la fertilità del territorio; la fascia ondata d’azzurro è un chiaro riferimento al fiume Ofanto che attraversa la provincia e le tre stelle d’oro rappresentano simbolicamente le tre città co-capoluogo.

 




permalink | inviato da araldicailritorno il 21/7/2010 alle 12:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 luglio 2010

Il vostro giudizio

Questo stemma, insieme all’altro, pur contenendo elementi significativi e rappresentativi del territorio, è stato letteralmente scartato.

Poco importa, poiché chiedo ai numerosi visitatori del blog un giudizio aperto e disinteressato, tanto ormai “la frittata è fatta”.




permalink | inviato da araldicailritorno il 21/7/2010 alle 12:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 giugno 2009

Francesco Ventola: l'uomo della Sesta Provincia Pugliese

Le prime “storiche” votazioni per eleggere il Presidente e il Consiglio Provinciale della Sesta Provincia Pugliese hanno emesso il loro verdetto.

Francesco Ventola è stato eletto al primo turno con una preferenza di 102.593 voti (51,68%) e diventa quindi il primo presidente della nuova provincia Barletta-Andria-Trani (BT).




permalink | inviato da araldicailritorno il 15/6/2009 alle 19:57 | Versione per la stampa


15 giugno 2009

La sesta provincia pugliese




permalink | inviato da araldicailritorno il 15/6/2009 alle 19:53 | Versione per la stampa


15 giugno 2009

Buon lavoro presidente!!!

Il programma è vasto, il lavoro è tanto e manca ancora la sede, ma ci si augura che la volontà e la capacità del presidente e di tutto il consiglio provinciale possano far decollare questo territorio verso traguardi da tanto tempo ambiti da tutta al popolazione dei dieci comuni appartenenti alla nuova realtà istituzionale.

In bocca al lupo, VI provincia pugliese.




permalink | inviato da araldicailritorno il 15/6/2009 alle 19:51 | Versione per la stampa


21 dicembre 2007

Gli stemmi comunali delle 10 Città della Sesta provincia Pugliese




permalink | inviato da araldicailritorno il 21/12/2007 alle 18:10 | Versione per la stampa


21 dicembre 2007

6 dicembre 2007: a Barletta la Sede della Prefettura

Finalmente la situazione di stallo sull'assegnazione degli uffici periferici dello Stato nella nuova provincia di Barletta-Andria-Trani è stata sbloccata. Il giorno sei dicembre 2007 il Capo del Dipartimento per lo sviluppo delle Economie Territoriali, prof. Francesco Boccia, ha comunicato al Sindaco di Barletta Ing. Nicola Maffei, via fax, copia del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 16 novembre 2007 in cui annunciava che, sulla base delle indicazioni fornite dal Commissario di Governo dott. Capriulo, il programma di interventi e il piano finanziario relativi alla istituzione di alcuni uffici statali veniva definitivamente approvato e ne determinava anche le modalità. Prefettura, Ufficio Territoriale del Governo, da istituire nel Comune di Barletta nel complesso architettonico denominato "Reale Monte di Pietà" sito in Via Cialdini. Era giusto che alla città capofila andasse l'ufficio più rappresentativo in cui si materializza la presenza dello Stato nel territorio. Il secondo ufficio per importanza, e cioè la Questura, è andato ad Andria ed il Comando Provinciale dell'Arma dei Carabinieri a Trani. In questo modo il policentrismo della Provincia è stato pienamente rispettato. Una decisione così equilibrata, che non vede nè vincitori nè vinti, deve essere stimolo a smettere con le polemiche che ancora serpeggiano in alcuni ambienti, ma considerare il Decreto una vittoria di tutti. Un ringraziamento, per questa soluzione giusta ed equilibrata, oltre che al Governo centrale , va al Comitato di Lotta Barletta Provincia che ha sempre vigilato con costanza affinché la leadership della Sesta Provincia Pugliese fosse riconosciuta alla Città di Barletta. 




permalink | inviato da araldicailritorno il 21/12/2007 alle 18:8 | Versione per la stampa


21 dicembre 2007

6 dicembre 2007: Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per l'assegnazione degli Uffici Territoriali periferici del Governo.





permalink | inviato da araldicailritorno il 21/12/2007 alle 18:5 | Versione per la stampa


21 dicembre 2007

Pagina 2 del DPCM





permalink | inviato da araldicailritorno il 21/12/2007 alle 18:3 | Versione per la stampa


21 dicembre 2007

Pagina 3 del DPCM





permalink | inviato da araldicailritorno il 21/12/2007 alle 18:1 | Versione per la stampa


21 dicembre 2007

Lavoriamo insieme per la Sesta provincia Pugliese (avv. Antonio Di Lecce, presidente del Comitato di Lotta Barletta Provincia)

Con il DPCM del Capo del Governo, che disloca i principali Uffici Territoriali dello Stato nella provincia di Barletta-Andria-Trani, la Sesta Provincia Pugliese ha, finalmente, il “motore” per potersi organizzare effettivamente sul territorio.

La dislocazione della Prefettura e Comando Provinciale della Guardia di Finanza a Barletta, della Questura ad Andria, del Comando Provinciale dei Carabinieri a Trani, premia le tre grandi Città contestatarie della denominazione della Nuova Provincia Pugliese a seguito della estenuante e durissima lotta contro “forze centrifughe” che hanno tentato invano di far saltare il grande progetto territoriale venuto in vita con l’approvazione della L. 148/2004.

La provincia di Barletta-Andria-Trani già oggi si pone al 30° posto nella graduatoria delle 110 province italiane per reddito pro-capite, qualità della vita e dell’ambiente. Essa è dotata del 3° porto dell’Adriatico per movimento merci, ha uno dei più importanti nodi ferroviari del meridione, dispone di un distretto industriale tra i più vivaci in Italia, ha una potente agricoltura e si trova al centro di uno straordinario bacino storico, culturale ed ambientale che sarà, certamente, il nuovo e potente campo di sviluppo di nuove economie connesse allo sviluppo turistico.
Le 10 città della provincia di Barletta-Andria-Trani sono, inoltre, vincitrici del bando europeo relativo al “Piano Strategico di Area Vasta 6^ Provincia Pugliese” per il quale l’Unione Europea ha stanziato ca. 12 miliardi di euro.
Ora, un forte messaggio va rivolto a tutte le persone di buona volontà ed alle forze sane presenti nelle tre città Capoluogo e nella intera provincia di Barletta-Andria-Trani: andiamo alla spasmodica ricerca di tutto quanto ci unisce e incontriamoci dialogando su tutto affinché la nostra Provincia salga, nell’unità, nella graduatoria delle province italiane fino ad arrivare ai primi posti per reddito pro-capite, occupazione e qualità della vita e dell’ambiente: grandi traguardi ci aspettano, le speranze di tutta la popolazione ci spronano. Viva la 6^ Provincia Pugliese. 




permalink | inviato da araldicailritorno il 21/12/2007 alle 17:57 | Versione per la stampa


21 dicembre 2007

Territorio e stemmi dei dieci comuni della Sesta Provincia Pugliese





permalink | inviato da araldicailritorno il 21/12/2007 alle 17:50 | Versione per la stampa


20 dicembre 2007

Barletta, via Cialdini: palazzo Real Monte di Pietà. Sede di Prefettura della Sesta Provincia Pugliese prescelta con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.





permalink | inviato da araldicailritorno il 20/12/2007 alle 20:36 | Versione per la stampa


12 agosto 2007

15 febbraio 2006: la sigla automobilistica della sesta provincia pugliese è BT

BT è la sigla automobilistica della provincia policentrica Barletta – Andria – Trani. Questo è quanto formalizzato nel decreto n. 133 firmato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.




permalink | inviato da araldicailritorno il 12/8/2007 alle 8:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 agosto 2007

19 maggio 2004, ore 20,30: ISTITUZIONE DELLA SESTA PROVINCIA PUGLIESE

Il Senato della Repubblica Italiana, presieduto dal “leghista” Calderoni, istituisce la sesta provincia pugliese formata da tre co-capoluoghi: Barletta – Andria – Trani. La nuova provincia è la sesta della Puglia dopo Bari, Brindisi, Lecce, Taranto e Foggia, ha una popolazione di 384.293 abitanti (2002) e un'estensione territoriale di 153.866 ettari. La provincia confina a nord-ovest con la provincia di Foggia, a nord-est con il Mare Adriatico, a sud-est con la Provincia di Bari, a sud con la Basilicata. Il territorio provinciale, oltre ai tre capoluoghi,  comprende le città di Bisceglie, Canosa di Puglia, Minervino Murge e Spinazzola, appartenenti alla provincia di Bari, e San Ferdinando di Puglia, Margherita di Savoia e Trinitapoli, appartenenti alla provincia di Foggia. Il primo Consiglio Provinciale sarà eletto nel 2008, ovvero alla scadenza naturale del consiglio della provincia di Bari.




permalink | inviato da araldicailritorno il 11/8/2007 alle 9:8 | Versione per la stampa


11 agosto 2007

25 aprile 2004. Conferimento alla Città di Barletta della Medaglia d'Oro al Valor Militare

Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi consegna la Medaglia d’Oro al Valor Militare al Comune di Barletta, giusto riconoscimento per gli episodi di eroismo dei nostri militari avvenuti nel settembre del 1943. Da ricordare inoltre che la Città di Barletta è la città più decorata d’Italia con 12 medaglie d’oro, 115 medaglie d’argento e oltre 200 tra medaglie di bronzo e croci di guerra al merito.




permalink | inviato da araldicailritorno il 11/8/2007 alle 9:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 agosto 2007

29 ottobre 2003. Approvato il disegno di legge per l'istituzione della sesta provincia pugliese

La Camera dei Deputati, presieduta dall’On. Clemente Mastella, approva il disegno di Legge n.508 con oggetto “ Istituzione della provincia di Barletta, Andria, Trani” con 202 voti favorevoli, 68 contrari e 43 astenuti. Il progetto di legge era stato presentato il 6 giugno 2001 dai deputati Giannicola Sinisi (Margherita) e Nicola Rossi (Democratici di Sinistra) e discusso alla Camera il 4 marzo 2002.




permalink | inviato da araldicailritorno il 11/8/2007 alle 9:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 luglio 2007

6 MARZO 2003: EMISSIONE DEL FRANCOBOLLO PER IL CINQUECENTENARIO DELLA DISFIDA DI BARLETTA

La celebre Disfida di Barletta, il mitico fatto d’armi tra Italiani e Francesi avvenuto nel 1503, viene degnamente ricordata con l’emissione di un francobollo che celebra il cinquecentenario dell’avvenimento. Inoltre, per questa particolare ricorrenza, la Disfida di Barletta viene abbinata alla Lotteria della Regata Storica di Venezia e a quella della Torta dei Fieschi di Lavagna. La consegna alla Città del francobollo celebrativo avviene nello stupendo scenario del Teatro Curci ove il Ministro delle Comunicazioni, on. Maurizio Gasparri, alla presenza di numerosissime autorità locali, del Governatore della Puglia, on. Raffaele Fitto e del presidente delle Poste Italiane Spa, Enzo Cardi, si è dimostrato soddisfatto per questa emissione che rappresenta senza dubbio un veicolo pubblicitario per la Città di Barletta.




permalink | inviato da il 23/7/2007 alle 12:8 | Versione per la stampa


22 luglio 2007

LO SCOOP: LO SAPEVATE CHE..... IL BOZZETTO DEL FRANCOBOLLO E' STATO SCOPIAZZATO???

L’autore del bozzetto scelto per il francobollo della Disfida del Cinquecentenario è il barlettano Antonio Vitali. Di formazione autodidatta, l’artista predilige l’uso di tecniche ad olio ed acriliche e molte sue opere sono presenti in diversi Enti pubblici, sia italiani che stranieri. Però, c’è lo scoop. Perché il maestro non ha aspettato l’ispirazione? Infatti occorre dire che, senz’altro a corto (temporaneamente) di vena creativa, l’artista ha letteralmente scopiazzato il bozzetto e, modestamente, il sottoscritto se ne è accorto. Dimostrazione pratica: basta sfogliare a pag. 114 e 115 del II volume “L’età medievale” dell’opera pubblicata a fascicoli settimanali “Soldatini in Armatura: dall’antichità classica al XIX Secolo”, edizioni De Agostani spa Novara 2002, e il “misfatto” appare evidente!!! Il Vitali si è limitato a cambiare solo qualche piccolo particolare e… voilà il bozzetto è fatto. Chissà cosa penserà Ezio Giglioli, autore dei disegni per conto della De Agostini. ECCO I DISEGNI A CONFRONTO E…..GIUDICATE, GENTE, GIUDICATE.




permalink | inviato da il 22/7/2007 alle 18:18 | Versione per la stampa


22 luglio 2007

IL FRANCOBOLLO DELLA DISFIDA (2003)




permalink | inviato da il 22/7/2007 alle 8:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 luglio 2007

LA RIVISTA DELLA DE AGOSTINI




permalink | inviato da il 22/7/2007 alle 8:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 luglio 2007

21 SETTEMBRE 1998

Nella magnificenza del Teatro Curci, alla presenza di tutte le Autorità civili e militari, il ministro Giorgio Napolitano, attualmente Presidente della Repubblica, consegna alla Città di Barletta la Medaglia d’Oro al Merito Civile per gli episodi di martirio di quel terribile settembre 1943.




permalink | inviato da il 9/7/2007 alle 18:57 | Versione per la stampa


9 luglio 2007





permalink | inviato da il 9/7/2007 alle 18:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     giugno       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Barletta, le antiche nobiltà
Barletta, stemmi
Barletta story
La disfida di Barletta
Profilo editoriale
Barletta, pillole di storia moderna
Le pietre "nobili": gli stemmi presenti a Barletta .

VAI A VEDERE


CERCA