.
Annunci online

araldicabarlettana
stemmario


Diario


7 maggio 2007

I Palazzi nobiliari

Nonostante il periodo di crisi in cui versava il regno di Napoli la città di Barletta, grazie all’insediamento stabile di nuove e ricche famiglie dedite soprattutto ai commerci, aveva subito un marcato sviluppo edilizio con la costruzione di nuovi palazzi o con la ristrutturazione di quelli già esistenti.
Tra queste famiglie alcune godevano ancora, per tradizione, di un antico privilegio di stampo medioevale: quello di beneficiare del “diritto di asilo”.
Questo vecchio diritto era simbolizzato da due colonne in marmo con venature, alte circa metri 1,50, ubicate all’esterno del portone-entrata del palazzo nobiliare e significava titolo di nobiltà e autorità.
La tradizione del diritto d’asilo permetteva a chi, perseguitato o inseguito, raggiungesse e toccasse la colonna o varcava la soglia della proprietà del potente, di divenire persona inviolabile ed arrestabile solo per autorità del nobile di quella famiglia.
Nella nostra città i palazzi nobiliari con la caratteristica delle due colonne poste ai lati del portone di ingresso erano molteplici.
Attualmente, in seguito a lavori di ristrutturazione o riedificazione, gli edifici che conservano ancora questo simbolismo sono i seguenti: palazzo Esperti, sito in corso Cavour, n.° 59; palazzo Marco De Leone, corso Cavour, n.° 32; palazzo Marulli-De Martino, corso Garibaldi, n.° 188; palazzo Osvaldo Cafiero, corso Garibaldi, n.° 113; palazzo Samuelli-Affaitati, in via Nazareth, n.° 73 e due palazzi in corso Vittorio Emanuele, al n.° 7 e al n.° 66, appartenuti rispettivamente alle famiglie Del Giudice e Patalini, e alla famiglia Acquaviva.




permalink | inviato da il 7/5/2007 alle 22:31 | Versione per la stampa
sfoglia     aprile        luglio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Barletta, le antiche nobiltà
Barletta, stemmi
Barletta story
La disfida di Barletta
Profilo editoriale
Barletta, pillole di storia moderna
Le pietre "nobili": gli stemmi presenti a Barletta .

VAI A VEDERE


CERCA