.
Annunci online

araldicabarlettana
stemmario


Diario


14 aprile 2007

Araldica che passione

Oggi, grazie ai mezzi di comunicazione e di trasporto, il mondo sta diventando sempre più piccolo fino a configurarsi come un “villaggio globale”. Gli interessi degli storici abbracciano sempre più popoli e civiltà, che un tempo erano poco studiati perché considerati marginali ed estranei alla nostra civiltà.
Fa da contraltare a questa tendenza, il forte desiderio di altri di analizzare il microcosmo che ci circonda, alla scoperta delle proprie radici, con una capillare rivalutazione della storia locale. E allora si rivisitano gli antichi testi che parlano della propria città, si fotografano e si interrogano le testimonianze del passato, negli angoli bui dove sono stati colpevolmente abbandonati, nei luoghi dove sono stati riciclati, nei palazzi nobiliari dove sono ancora tollerati, nelle chiese e nei monumenti pubblici dove sono, sia pure con qualche manomissione, conservati.
E cresce il rimpianto per le testimonianze andate perdute per sempre, per i monumenti abbattuti e si cerca di rinverdirne il ricordo con le testimonianze scritte e, dove possibile, con qualche fotografia e con il ricordo delle persone anziane.
Meritevole è quindi il lavoro di tutti coloro, professionisti o dilettanti, che si dedicano alla rivalutazione del passato cittadino. E’ una tendenza che sta interessando tutte le città, perché la cultura oggi non è soltanto un bene spirituale, ma può trasformarsi, ed è un bene che ciò avvenga, anche in un valore economico. Le città che sanno confezionare, propagandare e vendere questo prodotto sono quelle in grado di avere un ritorno anche in termini di immagine e di economia e Barletta e la Puglia non hanno nulla da invidiare alle tante Città o regioni italiane più visitate e valorizzate.




permalink | inviato da il 14/4/2007 alle 23:11 | Versione per la stampa


14 aprile 2007

Barletta stemmi di famiglie nobili

Da sempre appassionato di araldica oltre che attento lettore dei numerosi episodi che hanno caratterizzato la storia della Città di Barletta, Francesco Pinto, ex ferroviere in pensione, ha catalogato ed elaborato al computer, con una piacevole veste grafica, gli splendidi stemmi delle famiglie nobili barlettane che ornano i portali o le finestre dei più importanti palazzi della città e che si possono ammirare (numerosi) nel castello e nelle antiche chiese di Barletta.
In collaborazione con il carissimo amico Antonio Vitrani, ex collega di lavoro, profondo conoscitore della storia cittadina, oltre che ricercatore e collezionista di antichi documenti storici, nonché araldista super-appassionato, si è giunti dopo vari anni di intense ricerche alla realizzazione di una raccolta quasi capillare degli stemmi nobiliari presenti in città, corredando il tutto di brevi notizie storiche sui personaggi locali più rappresentativi.
Questo importante progetto è stato finalizzato con la pubblicazione di un volume di 307 pagine, edito nel novembre 2001 dalla Biblioteca Comunale “Sabino Loffredo” di Barletta, intitolato: Barletta stemmi di famiglie nobili.
Il libro si avvale della presentazione prestigiosa di Maurizio Carlo Alberto Gorra, Socio corrispondente dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano e, proprio per la sua spiccata originalità, è andato letteralmente a ruba, ed è attualmente visionabile solo nella Biblioteca Comunale di Barletta.
In questo Blog, nuovo strumento di informazione globalizzata, sono stati inseriti tutti gli stemmi e le notizie storiche presenti nel libro per divulgare in maniera diversa gli stemmi e la storia cittadina e approfondire in tal modo le conoscenze delle nostre amate tradizioni.




permalink | inviato da il 14/4/2007 alle 23:6 | Versione per la stampa


14 aprile 2007





permalink | inviato da il 14/4/2007 alle 23:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 aprile 2007

Barletta Città Regia

Poiché si è perseverato sullo stesso tema, la ricerca e lo studio degli stemmi, l’attenzione
si è soffermata sui meravigliosi e complessi stemmi reali appartenuti a quei sovrani che hanno voluto lasciare nella Città di Barletta una testimonianza concreta della loro dinastia.
In questa nuova ricerca è ben visibile la fusione tra storia locale, nazionale ed internazionale, che sviluppa un meraviglioso mosaico che snoda, attraverso i secoli, eventi storici noti e meno noti con particolari riferimenti alla Città di Barletta.
E gli autentici protagonisti, questa volta, sono gli stemmi reali che forniscono quel sottile filo conduttore che, tracciando una miriade di piccoli episodi, permettono di ricavare una storia da leggere letteralmente “tutta d’un fiato”.
Questo lavoro è stato pubblicato nell’ottobre del 2003 dalla Biblioteca Comunale “Sabino Loffredo” di Barletta, nella collana Ricerche della Biblioteca, n.31, con il seguente titolo: “Barletta Città Regia. Gli stemmi reali e la storia dal XIII al XVIII secolo”.
In questo blog sono stati inseriti numerosi episodi storici tratti dal volume appena menzionato.




permalink | inviato da il 14/4/2007 alle 23:3 | Versione per la stampa


14 aprile 2007





permalink | inviato da il 14/4/2007 alle 23:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 aprile 2007

Premio Via Nazareth

Un momento significativo, colmo di soddisfazione, derivante da queste appassionanti ricerche storiche si è verificato in occasione della 26^ Edizione”Premio Via Nazareth” 2005.
Francesco Pinto, unitamente ad Antonio Vitrani, nel corso della cerimonia di premiazione svoltasi nella suggestiva Sala Rossa del Castello Svevo di Barletta, ha ricevuto il Conferimento “Aldo Carugno” per l’Arte e la Cultura con la seguente motivazione:
A Francesco Pinto – ricercatore araldico – Barletta
“Per l’alto impegno profuso appassionatamente nella ricerca e documentazione
della testimonianza araldica barlettana
quale valido e significativo apporto al patrimonio storico della Città”.




permalink | inviato da il 14/4/2007 alle 21:46 | Versione per la stampa


14 aprile 2007

Un momento della premiazione




permalink | inviato da il 14/4/2007 alle 21:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     marzo        maggio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Barletta, le antiche nobiltà
Barletta, stemmi
Barletta story
La disfida di Barletta
Profilo editoriale
Barletta, pillole di storia moderna
Le pietre "nobili": gli stemmi presenti a Barletta .

VAI A VEDERE


CERCA